Mal'Aria, il rapporto di Legambiente dichiara Roma fuorilegge

Mal'Aria, il rapporto di Legambiente dichiara Roma fuorilegge
Il rapporto 2020 "Mal'aria di città" redatto da Legambiente ci consegna, ancora una volta, una città fuorilegge che supera i limiti imposti dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.
Roma è infatti tra quel 62% di capoluoghi provincia che sfora il limite della media annuale di Polveri Sottili, a dimostrazione di una cronicità dell'inquinamento atmosferico. Ogni anno sono oltre 50mila le morti, nel nostro Paese, per l'esposizione eccessiva ad inquinanti atmosferici.
Per questo convidiamo le proposte formulate da Legambiente Onlus , e già indicate dai Piani per il Mitigamento dei Cambiamenti Climatici redatti dalle principali città italiane ed europee.
A partire dal potenziamento del Trasporto Pubblico Locale, e della mobilità condivisa. E la dotazione di una flotta elettrica ad emissioni zero entro il 2030, come già previsto da Torino e Milano. Serve, poi, un sostegno concreto alla mobilità sostenibile, con la realizzazione di una ciclopolitana come quella proposta da Anne Hidalgo a Parigi, e rilanciata nella nostra città da Salvaiciclisti.

Occorre investire sulla sicurezza e la sostenibilità dei percorsi pedonali per bambini e ragazzi che si recano a scuola: sperimentare il Pedibus, ed attuare la normativa nazionale sulle strade scolastiche. Interdette al traffico e al parcheggio motirizzato in concomitanza con l'ingresso e l'uscita degli alunni. E prevedere pedonalizzazioni, anche temporanee, degli spazi urbani. Per ricavare nuovi spazi per le persone, al riparo dal traffico e dallo smog della nostra città e dei nostri quartieri.