Sindacati in piazza contro i tagli al bilancio del Comune

Sindacati in piazza contro i tagli al bilancio del Comune
CGIL, CISL e UIL si mobilitano contro i tagli al Bilancio della Giunta Raggi, milioni di euro sottratti al fondo per le politiche sociali proprio nella fase più acuta della crisi economica.
"Temiamo che ci sia l'intenzione di Roma Capitale di dare un duro colpo ai servizi sociali della città. Abbiamo già denunciato l'assenza dei rappresentanti dell'Amministrazione interessati, in primis l'Assessore al Bilancio e l'Assessore alle Politiche Sociali, alla Commissione Trasparenza del 30 dicembre scorso. Anche l'appello rivolto alla stessa sindaca Raggi, per risolvere le tante questioni aperte, è rimasto finora inascoltato"
"Ridurre le risorse a disposizione dei Municipi, nel momento di crisi che stiamo attraversando, rischia di produrre effetti devastanti sulle fasce più fragili della popolazione. Aumentando le disuguaglianze che, già da tempo attraversano la nostra città." Ha dichiarato Alessandro Crasta partecipando alla mobilitazione delle forze confederali e delle cooperative.
"Il welfare cittadino, già provato da anni di disinvestimenti, va al contrario rinforzato - aggiungono sindacati e coop - i fondi per il sociale non possono essere stanziati sullo storico del 2020, anno in cui ci sono state forti flessioni di servizio per la pandemia, quanto piuttosto devono essere usati i risparmi di spesa prodotti nel 2020 per recuperare le ore non erogate nell’anno appena concluso ed implementare i servizi, vista l’emergenza sociale creata dal perdurare della pandemia. Il rischio è che siano lavoratori e famiglie, già in difficoltà, a pagare la miopia dell’Amministrazione e l’ulteriore contrazione dei servizi".