Un busto per Andrès Aguyar al Gianicolo

Un busto per Andrès Aguyar al Gianicolo
Il busto di Andrés Aguyar, garibaldino nero, al Gianicolo insieme a tutti gli altri. E’ questa la richiesta lanciata dagli attivisti di Black Lives Matter Roma, Aurelio in Comune, Laboratorio di quartiere San Pietro Cavalleggeri, NiBi - Neri Italiani Black Italians ed esponenti dell'Associazione Garibaldini dell'Italia.
Il blitz sul colle lo scorso 30 giugno, giorno dell’anniversario della morte, nella difesa della Repubblica Romana del 1849, del tenente afro-uruguayano dei volontari di Garibaldi accorso in difesa della città assediata dalle truppe di Napoleone III.

“Eppure nè la città di Roma, nè il nostro Paese, sono stati generosi con Aguyar. Tra i busti dei patrioti del Gianicolo, dove spiccano le figure di numerosi combattenti e martiri, italiani e stranieri, dell'esperienza Repubblicana, manca proprio quello di Aguyar” - hanno scritto i promotori dell’iniziativa.“
Da qui la richiesta a Virginia Raggi e alle istituzioni capitoline di attivarsi affinchè il busto di Aguyar venga realizzato e collocato sul colle. Una petizione che viaggia anche online. “Roma attende da 171 anni di tributare il giusto riconoscimento ad un combattente nero, uno schiavo liberato venuto nella nostra città a lottare e morire per la libertà di tutti, e di ognuno”.

Firma qui la petizione.

Non perdiamoci di vista