MICHELE SANGIOVANNI

Ho 20 anni e sono originario di Foggia, ma vivo a Roma da sempre. Due anni fa mi sono diplomato al liceo scientifico J. F. Kennedy, e ora sto per intraprendere il secondo anno di Giurisprudenza all’Università RomaTre.

Mi sono avvicinato giovanissimo alla politica, e proprio questa passione mi ha portato - a 16 anni - a vincere le elezioni come rappresentante alla Consulta Provinciale degli studenti e, due anni più tardi (2018), ad entrare in Volt, il primo partito paneuropeo, di cui attualmente sono segretario politico per la sede di Roma.
Ho deciso di mettermi in gioco in queste elezioni perché vorrei che la mia generazione fosse più rappresentata e ascoltata dalla politica, e perché vorrei contribuire alla crescita e al miglioramento del Municipio in cui vivo e della Città che amo. Valori cardine della mia politica saranno: l’ascolto e dialogo con i cittadini e le associazioni del territorio, l’ecologismo e la mobilità sostenibile, l’europeismo.
Image

Il mio impegno
per il Municipio

Gli spazi verdi, una risorsa per il Municipio

Garantire una corretta gestione e fruibilità dei parchi (Acquafredda, Piccolomini, Cellulosa e Villa Carpegna): immediata apertura ai cittadini del Parco della Cellulosa e creazione di un percorso attrezzato nella Riserva Naturale Tenuta dell’Acquafredda.

Riforestare il Municipio

Piantare almeno 5.000 alberi entro il 2026. Attraverso la forestazione urbana infatti possiamo ridurre l’inquinamento atmosferico e i consumi energetici derivanti dal condizionamento dell’aria.

Consiglio dei Giovani

Introdurre un consiglio municipale in cui i cittadini tra i 15 e 25 anni possano portare le loro istanze e promuovere la vita associativa e amministrativa del Municipio. Questo organo avrebbe il doppio ruolo di promuovere la partecipazione e l’attivismo giovanile sul territorio permettendo al contempo di affrontare le tematiche di stampo generazionale.

Consulte territoriali e tavoli di lavoro europei

Dar vita, sul modello di città come Parigi o Barcellona, a delle Consulte attive per ogni quartiere o zona urbanistica così che i cittadini potranno esprimere giudizi sulle iniziative intraprese dal Municipio e formulare interrogazioni e proposte da votare nel Consiglio del Municipio. Inoltre, i rappresentanti delle consulte cittadine romane devono essere messi in contatto con i rappresentanti delle assemblee cittadine di città europee, affinché si possano trovare soluzioni comuni a problemi comuni e scambiare buone pratiche.

Più consultori, ed una Casa delle Donne

Difendere ed estendere i Consultori familiari sul territorio, a partire da quello di Cavalleggeri. Sostenere la realizzazione della Casa delle Donne presso l’ex Scuderie di Pineta Sacchetti, come già approvato dall’Assemblea Capitolina.

AREA DOWNLOAD

Documenti

01

Casellario giudiziale
a

02

Curriculum Vitae
a