MARISTELLA URRU

Prima di quattro figlie, sono nata a Burcei, piccolo paesino del Sud Sardegna, in una famiglia operaia, in un contesto in cui lamentarsi è inutile, darsi da fare è indispensabile. Dopo le Superiori ho iniziato a lavorare per un importante Istituto bancario a Siena, Palermo e Roma. È a Boccea che ho trascorso più di metà della mia vita indipendente. Ed è qui che ho capito che non si può scegliere il luogo in cui nascere, ma si può decidere di impegnarsi per quello che si chiama casa.

Dal 2019 svolgo attività sindacale con la Cgil, con Aurelio in Comune mi sono impegnata, in prima linea, per la realizzazione di una Casa delle Donne nel Parco del Pineto, e nel sostenere con la Spesa SOSpesa quanti rischiavano di pagare il prezzo più alto nel corso della crisi pandemica. Mi candido, a sostegno del centro-sinistra, per restituire al quartiere che mi ha accolto quanto ho ricevuto in termini di comunità e appartenenza.
Image

Il mio impegno
per il Municipio

Forte Boccea

Dopo il fallimento della Giunta Raggi, aprire spazi per le persone e garantire il trasferimento del mercato di Via Urbano II.

Spazi per la cultura e la socialità

L’Ex Campari, l’Auditorium, la Fornace Veschi di Valle Aurelia al centro di una gestione a rete, pubblica e partecipata, con spazi a disposizone di artisti, associazioni ed istituti scolastici.

Riapriamo la Partita IVA

Uno spazio a disposizione delle lavoratrici e dei lavoratori in smart working, dei professionisti e delle partite IVA che risiedono nel Municipio. Un modo per superare l’alienazione, creare sinergie, abbattere i costi.

Centri commerciali a cielo aperto

Fare rete tra negozi di prossimità, valorizzare l’offerta commerciale, relazionarsi con il tessuto sociale e culturale dei nostri quartieri: la strada per contrastare la concorrenza dei grandi centri commerciali.

Kit digitali e formazione per i commercianti

La diffusione del’e-commerce rende necessario, per i commercianti, padroneggiare nuovi strumenti. Il Municipio deve offrire opportunità di formazione e veri e propri kit digitali per attrarre nuovi clienti.

Una Casa delle Donne nel Pineto

Dare seguito all’atto approvato dall’Assemblea Capitolina per realizzare una Casa delle Donne nelle ex Scuderie di Pineta Sacchetti. Uno spazio di liberazione ed autodeterminazione, inclusivo ed aperto al territorio.

Difendere i consultori

Difendere i Consultori familiari esistenti, a partire da quello di Cavalleggeri, ed estenderne la rete sul territorio nei quartieri dove mancano: Boccea e Casalotti.

Un'ora d'amore

Educare all’affettività, al rispetto delle differenze di genere e di orientamento sessuale nelle scuole di ogni ordine e grado. Per formare adulti consapevoli.

AREA DOWNLOAD

Documenti

01

Casellario giudiziale
a

02

Curriculum Vitae
a