CARMELA VERACCHI

Dopo la maturità classica sono diventata infermiera. Da decenni lavoro in ambito sanitario, occupandomi come infermiera di neonatologia, salute mentale ed emergenze (sia nell’ambito della medicina del territorio che durante l’attuale pandemia). Svolgendo il mio lavoro dalla metà degli anni ‘90, mi sono impegnata in diverse missioni internazionali (nelle Filippine e in Madagascar), ho svolto servizio come volontaria (sul territorio e in ambulanza) e dal 2011 sono Presidente dell’Associazione Lunaspina Onlus, attiva nell’accoglienza, sostegno, reinserimento di donne vittime di violenza e attività artistiche finalizzate all’educazione alla pace.

Mi candido perché credo profondamente che per cambiare le cose che non vanno, bisogna conoscerle entrandoci dentro. Le mie parole chiave sono accoglienza, impegno e coraggio. Il mio motto, che è lo stesso di Lunaspina, era scritto sul muro di Berlino... "Molti piccoli, in piccoli luoghi, facendo piccole cose, cambiano il volto del mondo"
Image

Il mio impegno
per il Municipio

Ex Campari

Un utilizzo pubblico e partecipato dell’ex Fabbrica del quartiere, aperto ai giovani e alle associazioni.

Riserva dell'Acquafredda

Dopo l’approvazione del Piano d’assetto regionale, vanno garantiti accessi da Montespaccato per rendere pienamente fruibile la Riserva naturale ai cittadini.

Una nuova mobilità

Realizzare la parallela a Via Cornelia già prevista dal Piano Regolatore Generale, per alleggerire e razionalizzare il traffico, e creare una nuova via di accesso a Boccea.

Una Casa delle Donne nel Pineto

Dare seguito alla mozione approvata in Assemblea Capitolina per la rigenerazione delle “scuderie” del Parco del Pineto, per realizzare una Casa delle Donne.

Più consultori, meno obiettori

Difendere i Consultori Familiari esistenti, a partire da quello di Cavalleggeri, estendere la loro rete nei quartieri in cui non sono presenti.

Educare alle differenze

Corsi di educazione alle differenze di genere e di orientamento sessuale, nelle scuole del Municipio, per educare adulti consapevoli.

Promuovere la cultura LGBTQIA+

Organizzare iniziative di promozione e conoscenza della cultura LGBTQIA+, in particolar modo in occasione del mese del Pride e della Settimana “Rainbow”, in cui cade la Giornata Internazionale contro l’Omofobia e la Transfobia.

Un nuovo impatto sociale

Aumentare la spesa sociale pro-capite, per rispondere alle nuove esigenze e alle nuove fragilità emerse con la crisi pandemica.

Centri di mutualismo integrato

Mettere in rete e supportare le realtà del Terzo Settore impegnate nel sostegno a chi è in difficoltà economica, anche organizzando e centralizzando il recupero delle eccedenze alimentari.

AREA DOWNLOAD

Documenti

01

Casellario giudiziale
a

02

Curriculum Vitae
a