Baldo degli Ubaldi, oltre al danno la beffa

Baldo degli Ubaldi, oltre al danno la beffa
La chiusura della fermata della Metro A Baldo degli Ubaldi, senza programmazione e senza preavviso, è lo specchio del trasporto pubblico romano nell’era Raggi.
Certo, l’amministrazione grillina ci sta mettendo molto del suo per peggiorare una situazione già critica: dal pasticciaccio brutto degli autobus che vanno a fuoco, fino alla liquidazione di Roma Metropolitane. Ma è davvero tutta colpa loro?

Ti sei mai chiesto perchè è diventato così problematico eseguire la manutenzione delle scale mobili? Con Gianni Alemanno sindaco il Comune ha smantellato il comparto manutentivo di ATAC, liberalizzando il servizio ed affidandosi ai privati. Gare al massimo ribasso dove, in un settore strategico per la mobilità e la sicurezza dei cittadini, ad essere bassa non è stata solo l’offerta, ma spesso la qualità degli interventi. Ci stupisce che a protestare contro la chiusura di Baldo degli Ubaldi siano stati proprio coloro che, nell’era di Alemanno, ricoprivano importanti ruoli politici ed istituzionali nell’amministrazione.
Image
Image
Da Roma TPL alle metropolitane, stop alla liberalizzazione ed un serio investimento sul trasporto pubblico locale di Roma.

Certo, non è l’unico disastro. Le linee periferiche di Roma sono state affidate, sempre dal centrodestra, alla società privata Roma TPL, che da anni non paga gli stipendi ai lavoratori, e quando li paga lo fa in ritardo. Chi propone la liberalizzazione del trasporto pubblico non lo fa nell’interesse dei cittadini, ma dei privati!